Razze di gatto: come scegliere?


La scelta del gatto (vedi qui per saperne di più sulle razze di gatti) è molto soggettiva ma principalmente per chi decide di addentrarsi nel vasto mondo dei felini, questa decisione si basa su tra caratteristiche predoninanti: il suo carattere, il suo comportamento e le Sue esigenze.
Anche se la vita domestica poco si addice all'indole felina, il gatto "casalingo" ha, però, decisamente più attenzioni per quanto riguarda l'alimentazione, la cura del pelo e la prevenzione di malattie.

In base a cosa scegliere le razze di gatti che fanno per noi

Ci sono diversi parametri che si possono arguire nella scelta del nostro amico a quattro zampe:

Tipologie di razze di gatti

Esistono tantissime razze di gatti al mondo e ognuno di esse ha particolari tratti caratteriali.
Il gatto persiano è molto tranquillo, poco invadente e sopporta diverse ore di solitudine. Richiede però molta cura nella toelettatura del pelo.
Se siamo interessati ad un gatto molto socievole e affettuoso dobbiamo orientarci su un gatto orientale, poiché hanno necessità di molti momenti di gioco e contatto fisico.
Un gatto che si adatta facilmente alla via domestica è il gatto certosino; il Siamese invece è indicato per le persone sole perché si affeziona subito al proprietario.

Razze di gatti


Se passiamo molto tempo fuori casa, non dobbiamo orientare la nostra scelta verso un gatto Birmano poiché non ama passare molto tempo da solo, eventualmente dovemmo affidargli un compagno di giochi.
Non dovrete rinunciare ad un gatto nemmeno se siete allergici al loro pelo perché il gatto Siberiano è considerato anallergico. Cosi anche il Norvegese delle Foreste o Sphynks.

Buona scelta!